Confederazione Italiana Agricoltori della Lombardia

Piazza Caiazzo, 3 – 20124 Milano                                         tel. 02/6705544  fax 02/66984935

 

COMUNICATO STAMPA

 

La Cia Lombardia sollecita la restituzione ai produttori delle “multe” non dovute

E’ indispensabile – secondo il presidente della Cia Lombardia  Umberto Borelli – che il Ministero e l’AIMA si attivino perché il prelievo supplementare – le cosiddette “multe” –  non dovuto per i periodi 1995/96 e 1996/97 sia restituito quanto prima ai produttori. Anche la Camera, in un ordine del giorno approvato lo scorso 30 marzo, ha impegnato il Governo a predisporre quanto necessario perché l’AIMA effettui la restituzione di quanto dovuto alle aziende agricole.

Per i periodi 1995/96 e 1996/97, l’AIMA non ha, infatti, ancora provveduto, a sei mesi dall’invio delle comunicazioni per questi periodi, a rimborsare ai produttori le somme versate in eccesso per  il prelievo supplementare non dovuto, con i relativi interessi.

Il protrarsi dei rinvii e i ritardi nelle operazioni di compensazione per le campagne trascorse continuano a causare per le aziende produttrici di latte notevoli problemi di liquidità e d’esposizione finanziaria. Sono ormai tre i periodi (dal 1997/98 al 1999/2000) che attendono la chiusura, mentre i pagamenti delle consegne di latte rimangono nelle casse dei caseifici o, nel migliore dei casi, sono stati effettuati dietro sempre più onerose fideiussioni, accese dai produttori a favore delle ditte acquirenti.

 

Milano, 13 aprile 2000

 

collegamento alla home page Cia nazionale

torna all'home page della Cia Lombardia

collegamento a comunicati stampa