Documenti

 

 

Torna al sommario

Suinicoltura

Malattia vescicolare dei suini: i provvedimenti in Lombardia

Disposizioni su movimentazione dei suini

E' stata pubblicata la circolare della Regione Lombardia che contiene le misure straordinarie per prevenire la diffusione della malattia vescicolare del suino in Regione Lombardia.
In particolare, i Dipartimenti di Prevenzione Veterinari delle Asl, qualora accertino che in allevamenti di suini, posti all’interno delle zone di protezione istituite attorno ai focolai di malattia vescicolare del Suino, si siano determinate situazioni che rendano impossibile continuare a garantire le essenziali condizioni di benessere animale, potranno consentire in via straordinaria l’avvio di suini alla macellazione.
La movimentazione potrà avvenire previo preavviso sia alla Struttura Program-mazione Veterinaria e Rapporti Internazionali della Regione, in merito al numero di animali da trasportare, alla data di spedizione e all’impianto di macellazione di destinazione che, comunque, dovrà essere ubicato in Regione Lombardia, sia al Dipartimento Veterinario di Prevenzione dell’asl di destinazione, in merito al giorno dello spostamento ed al numero di animali costituenti la partita.
La movimentazione dovrà avvenire nel rispetto delle norme previste dal Dpr 362/96 e precisamente:
a) il trasporto deve avvenire direttamente al macello designato con mezzi sigillati a cura del veterinario ufficiale;
b) i suini dell'azienda siano stati sottoposti a un esame clinico;
c) i suini destinati al macello siano stati sottoposti ad un esame clinico;
d) i suini siano contrassegnati individualmente con un marchio auricolare o identificati con qualsiasi altro mezzo autorizzato;
e) al macello i suini devono essere isolati e macellati separatamente dagli altri suini;
f) le carni fresche dei suini devono riportare la bollatura speciale prevista dalle norme di polizia sanitaria in materia di carni fresche ed essere sottoposte ad uno dei trattamenti previsti dalle norme di polizia sanitaria in materia di scambi di prodotti a base di carne. Il trattamento deve essere effettuato in uno stabilimento designato dall'autorità competente;
g) al termine delle operazioni di scarico, gli automezzi devono essere lavati e disinfettati presso l’impianto di macellazione, sotto controllo veterinario;
h) al termine delle operazioni di macellazione, l’impianto deve essere sottoposto ad
interventi di pulizia e disinfezione adeguati, sotto controllo veterinario.

 


 

Attività di informazione anno 2008 che è stata oggetto di richiesta di finanziamento sulla Misura 111 del Programma di Sviluppo Rurale 2007 - 2013 della Regione Lombardia, cofinanziato dall'Unione Europea attraverso il FEASR