Documenti

 

 

Torna al sommario

Suinicoltura

Settore suinicolo: modalità di indennizzo per la Mvs 

La Regione Lombardia ha definito le modalità per gli indennizzi per la vescicolare

Si è avviato al Ministero delle politiche agricole lo scorso 11 ottobre il tavolo della filiera suinicola pchiamato ad affrontare la situazione critica del comparto e le proposte di intervento a breve e medio termine, con la presenza del sottosegretario Guido Tampieri e Riccardo Deserti per il Ministero, nonché tutti i soggetti della filiera.
Analizzando la criticità del mercato del comparto suinicolo, ne è emerso il carattere “più speculativo” per assenza di programmazione e questo, in una fase di consumi in flessione e tensione sui costi di produzione, rischia di danneggiare l'intera filiera. Si è interrotto l'effetto "traino" della domanda, profilando il rischio della sostituzione del mercato italiano con prodotti finiti di importazione.
La programmazione del mercato e della produzione necessità di un piano a lungo termine che definisca scelte in base ad una visione strategica del mercato, anche con un “dimensionamento” della produzione suinicola e con eventuali misure a breve termine.
Per quanto riguarda gli strumenti di regolazione del mercato vanno definite nuove modalità di formazione dei prezzi insieme all’individuazione di modalità contrattuali rinnovate e differenziate.
In tema di mercato e di qualificazione nella destinazione finale sarà strategica l’individuazione di strategie differenziate tra prodotto fresco e trasformato, con un innovativo rapporto da stabilire tra la filiera e la Gdo.
Il ministero, attraverso il sottosegretario Tampieri, ha proposto la definizione di un protocollo di intesa.
Il protocollo dovrebbe contenere i seguenti argomenti: valutazione delle carcasse a peso morto, definizione di prezzi differenziati, individuazione di un “mercato unico”, valorizzazione del Gran Suino Padano (Gsp), nuovo rapporto con la Gdo. Per ogni questione dovranno essere individuati soluzioni specifiche, tempi e modalità di attuazione.
Successivamente alla sottoscrizione del protocollo è prevista la convocazione di un tavolo con la Gdo.
Intanto, sul difficile fronte della malattia vescicolare suini che ha colpito alcune province lombarde, la Regione Lombardia ha stabilito (Dgr. 14 settembre 2007 n. 8/5377 pubblicato sul Burl serie ordinaria n. 39 del 24 settembre 2007). l'attuazione di un regime d'aiuto al fine di indennizzare il danno subito dagli allevamenti suini relativamente al periodo di “fermo aziendale” imposto dalle autorità sanitarie, al fine di prevenire la diffusione della malattia vescicolare dei suini, con la concessione di un indennizzo per mancato reddito "una tantum". 
Le procedure inerenti alla presentazione delle domande, all'istruttoria, all'approvazione delle istanze, alla liquidazione dei contribuiti, nonché all'apertura del bando sono state definite dalla Regione Lombardia con decreto n.12048 ed i relativi allegati (disposizione attuative e modello di domanda) che sono stati pubblicati sul Burl n. 44 S.O. del 29 ottobre 2007.
Con queste disposizioni sono state definiti il modello di domanda, delle modalità tecniche attuative del presente provvedimento e alla definizione delle tipologie di allevamento ammissibili a finanziamento.

Novembre 2007


 

Attività di informazione anno 2007 che è stata oggetto di richiesta di finanziamento sulla Misura 111 del Programma di Sviluppo Rurale 2007 - 2013 della Regione Lombardia, cofinanziato dall'Unione Europea attraverso il FEASR