Documenti

 

 

Torna al sommario

Benessere animale e norme sanitarie 

Anagrafe zootecnica, da settembre tariffazione a carico degli allevatori

Aggiornamento

Con una delibera  la Giunta regionale della Lombardia, su sollecitazione delle organizzazioni professionali agricole (Cia, Coldiretti e Confagricoltura), ha prorogato al 31 dicembre 2008 l'attuale regime di gestione dell'anagrafe zootecnica, facendo slittare al gennaio 2009 l'avvio della tariffazione a carico degli allevatori delle registrazioni, in precedenza prevista per il 1 settembre.

8 agosto 2008 

***********************************************************

La Regione Lombardia non sosterrà più i costi dell’anagrafe zootecnica

I manuali destinati agli allevatori per la gestione dell'anagrafe:

Anagrafe bovina

Anagrafe caprina ed ovina

Anagrafe suina

Dal primo di settembre prossimo, gli allevatori dovranno farsi carico economicamente della gestione delle anagrafi zootecniche per la registrazione delle movimentazioni dei propri capi.
Lo ha deciso la Regione Lombardia con la Dgr n. VIII/6729 del 5 marzo 2008 “Determinazioni relative alla banca dati regionale delle informazioni relative alle anagrafi zootecniche e della banca dati relativa alle comunicazioni di cui al programma d’azione regionale “nitrati” (Dgr n. 5868/2007)”. Il provvedimento stabilisce di prorogare solamente fino al 31 agosto la validità delle convenzioni in atto con i Centri di Assistenza Agricola e le Associazioni Provinciali Allevatori per la raccolta e l’informatizzazione dei dati necessari all’aggiornamento dell’anagrafe zootecnica.
Dal primo di settembre quindi, fatte salve nuove proroghe, saranno due le opzioni per gli allevatori: 
1) continuare a rivolgersi ad una struttura che gestisca le registrazioni dei dati (Asl, Apa o Caa); 
2) provvedere in proprio alla gestione dell’anagrafe utilizzando l’apposita procedura sul sito internet dedicato alla banca dati regionale delle anagrafi zootecniche.
In quest’ultimo caso sarà necessario fare apposta richiesta all’Asl competente, dichiarando di essere in possesso di computer e collegamento a internet, nonché frequentare un incontro di formazione sulle procedure telematiche.
Quanti non intendono gestire in proprio le movimentazioni dovranno, tramite la sottoscrizione di una delega, rivolgersi ai Caa o all’Apa, oppure alla Asl, ma dovranno in ogni caso sostenerne l’intero costo.
Quanti invece opteranno per la gestione autonoma delle informazioni direttamente nella Bdr “on line”, dovranno comunque rivolgersi ad un ente delegato (Asl, Caa o Apa) per la stampa dei passaporti o le eventuali necessarie correzioni dei dati già inseriti, al costo unitario minimo di euro 0,10;
Nel caso in cui non venga espressa una preferenza di delega dovranno obbligatoriamente rivolgersi all’Asl a un costo previsto di Euro 2,00 per record inserito.

Tariffe anagrafe zootecnica
Dal 1 settembre 2008 cesserà il supporto finanziario regionale per le attività connesse con la tenuta dell’Anagrafe bovina e gli allevatori avranno due possibilità:
a) rivolgersi ad un Caa, all’Apa o alla Asl, tramite la sottoscrizione di una delega, ma dovranno in ogni caso sostenerne l’intero costo. Le tariffe regionali minime sono applicabili da parte degli enti delegati a partire da 0,80 euro per record inserito. 
b) gestire direttamente le informazioni del proprio allevamento nella Banca dati regionale, tramite collegamento internet. In questo caso dovranno comunque rivolgersi alle Asl per la stampa dei passaporti o le eventuali necessarie correzioni dei dati già inseriti, al costo unitario minimo di 0,10 euro;
Nel caso in cui non venga espressa una preferenza di delega i detentori dei capi dovranno obbligatoriamente rivolgersi all’Asl a un costo previsto di 2,00 euro per record inserito.

Luglio 2008

 


 

“Attività di informazione anno 2008 che sarà / è stata oggetto di richiesta di finanziamento sulla Misura 111 del Programma di Sviluppo Rurale 2007 - 2013 della Regione Lombardia, cofinanziato dall'Unione Europea attraverso il FEASR”