Documenti

 

 

Torna al sommario

Programma sviluppo rurale 2007-2013

Presentato alla Commissione Europea il Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 della Lombardia

Si è finalmente avviato l’iter che porterà la Lombardia alla definizione del Programma di sviluppo rurale che interesserà i prossimi sette anni.

La proposta di Psr è stata presentata alla Commissione Europea tramite il sistema informativo del Ministero delle finanze. 
La Commissione Europea si è espressa positivamente sulla completezza della proposta e sulla sua ricevibilità. 
Questo consente ora l’avvio dell’istruttoria vera e propria del Programma che, nell’arco di sei mesi di tempo, deve portare la Commissione ad approvare la proposta per tramutarla nell’effettivo Programma approvato. 
Occorre ora quindi attendere la conclusione del percorso istruttorio per dare avvio alle misure del Psr. 
Indicativamente -secondo la Dg Agricoltura- i primi bandi potrebbero essere emanati dopo l’estate. 
Circa la possibilità di attivare iniziative prima della approvazione definitiva del Programma la Commis-sione ha chiarito che le spese eventualmente sostenute in questo periodo saranno ammissibili solo se conformi al programma formalmente approvato e alle successive disposizioni attuative. 
Pertanto, sostiene la Regione Lombardia, l’ipotesi di anticipare l’avvio dell’attivazione di alcuni interventi nei prossimi mesi verrà valutata quando la Commissione avrà formulato le prime informazioni in merito alla proposta presentata.
In questa direzione, la Cia Lombardia, insieme alle altre organizzazioni, ha sollecitato alla Regione adeguati e veloci provvedimenti in grado di permettere la gestione del periodo transitorio.

Aprile 2007


 

Attività di informazione anno 2007 oggetto di manifestazione di interesse per l’adesione alla misura 111 del Programma di Sviluppo Rurale 2007-13 della Regione Lombardia cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il FEASR