News
   
 
 
 

La ricerca a supporto del settore biologico lombardo

In occasione del Bio-day, giornata svoltasi lo scorso 30 marzo, aperta ai produttori e ai tecnici, per la presentazione di due studi - Filbio e India - condotti dall'Università Statale di Milano, Facoltà di Agraria con il finanziamento di Regione Lombardia a favore del comparto biologico lombardo, la dr.ssa Cosmina Colombi della Regione Lombardia ha presentato sullo stato della ricerca finanziata dalla Regione a supporto del settore biologico.

Il Piano delle azioni per lo sviluppo del biologico in Lombardia (dgr 1976 del 10.12.2004) prevede anche azioni a sostegno delle ricerca nel settore. La D.G. Agricoltura ha innanzi tutto invitato le filiere e gli enti di ricerca a presentare manifestazioni di interesse sugli argomenti di ricerca da sviluppare: A seguito dell'invito sono pervenute 24 espressioni di interesse e sono state individuate due tematiche di interesse generale: avere un quadro conoscitivo del settore, e individuare strumenti utilizzabili per valorizzare le produzioni. 

I progetti vincitori a seguito del bando mirato prodotto dalla DG Agricoltura nell'aprile 2006 sono risultati FilBio e INDIA, i cui risultati sono stati presentati alla giornata Bio-Day lo scorso 30 marzo. Il primo è uno studio sulle filiere biologiche lombarde e i loro canali di commercializzazione. Il secondo ha individuato degli indicatori agroecologici con cui "misurare" la sostenibliità ambientale (in relazione al paesaggio, all'efficienza energetica, all'impatto sull'ambiente...) delle aziende biologiche di un campione di indagine, e definiti dei valori medi standard.

Tra il 2000 e il 2008, inoltre, nell'ambito dei Programmi triennali di ricerca, la Direzione generale Agricoltura della Regione Lombardia ha finanziato 18 progetti nel campo dell'agricoltura biologica: 5 sulle grandi colture (confronti varietali, qualità, tecniche agronomiche), 5 nel comparto zootecnico (uqalità delle uova, prevenzione delle patologie mediante sostanza naturali, colture proteiche per l'alimentazione), 3 nel comparto fitosanitario (controllo biologico di alcune fitopatie), 2 nel comparto orticolo (confronti varietali, tecniche agronomiche, qualità difesa), 2 sono analisi economiche, e infine 1 ha interessato il florovivaismo con lo studio di tecniche agronomiche ecocompatibili.

I risultati delle ricerche finanziate dalla Direzione Generale Agricoltura sono pubblicati nei "Quaderni delle Ricerca", consultabili anche nel "sito della ricerca in agricoltura".

                                                                           Aprile 2009


torna al sommario